venerdì 16 marzo 2012

Un giorno da principesse



Quando pensi al pasto preferito
prolungare l'attesa lo rende più desiderabile ancora..
Immenso, luculliano, raffinato.

Come d'abitudine, cerco la  via più breve per raggiungere le mete
(e di solito finisco per smarrirmi su quella più tortuosa).
Questa volta ci siamo riuscite,
 io e la mia compagna di avventure parigine Nanà.
Chi arriva con la metropolitana,  deve prendere la linea 1
e scendere alla stazione Musée du Louvre-Palais Royal.
Dalla metropolitana si entra verso Louvre dal passaggio Richelieu,
marmo e negozi di souvenir di lusso.


Incontriamo il riflesso della piccola piramide che
 si trova davanti all'entrata Richelieu e proseguiamo verso l'atrio centrale
sito sotto la grande piramide
da dove si possono prendere i biglietti, informazioni
e decidere da quale parte andare.
Costo entrata 10 euro, valido tutto il giorno
Entrata gratuita per minorenni e giovanni dell'Unione Europea fino a 25 anni
e per tutti ogni prima Domenica del mese.
Poi esistono diverse Carte e Pass molto convenienti
 i francesi sanno come far fruttare il loro patrimonio turistico.





Innanzitutto andiamo al Carousel  dove al Ristorante del mondo
c'è l'imbarazzo della scelta: cucina italiana, messicana, araba, francese...
Noi ci fermiamo a McDonalds e dopo un Big Mac e un'insalata
andiamo dritto al primo piano entrata Denon, Dipinti italiani e Antichità greche.
Nanà, come tanti altri, resta delusa alla vista di Mona Lisa,
un quadro molto piccolo in realtà.
Non pensiamo di fotografare,
invece i giapponesi si fanno immortalare con la celebra
in posizioni strane che ci fanno ridere,
 da allora diventa uno spasso per noi e passiamo dalla solennità al gioco.
Giusto sulla parete opposta splende enorme "Le nozze di Cana" di Veronese.








Non dimentico di guardare dalle finestre...



Non c'è tempo per fermarsi molto, tanto meno per capire qualcosa
abbondanza di bellezza, talento, valore che si finge di ignorare
altrimenti si rischia l'estasi...e il Museo chiude alle sei...
Piedi doloranti e mente congestionata
andiamo verso l'uscita principale, dalla grande piramide.





 


Una cioccolata calda in una dei Caffè, vicino al museo
portata da un bel ragazzo biondo (una rarità)
una passeggiata lungo la Rue di Rivoli tra souvenir e maggiordomi
poi...il ritorno verso la Metropolitana, per rientrare a casa.
Con un ultimo filo di energia la fotocamera
 registra qualche immagine...






Si, è vero, ho fatto più foto alle piramide che alle opere d'arte...
Esistono in rete immagini migliori di quello che avrei potuto fare io
e dei blog dove si presenta con competenza tanti informazioni.
Come quello di Cri-Val, Il visibile invisibile
nei suoi articoli dedicati al museo
Una notte al museo...virtuale-Louvre --parte IV
Una notte al museo...virtuale-Louvre--parteV

Altri interessanti informazioni sul site
Louvre: il museo di Parigi




30 commenti:

Tomaso ha detto...

Lo sai cara Gabriela che mi hai fatto veramente sognare, quasi quasi ti invodeo cara amica goditi queste bellezze anche perchì non può vederle
a presto cara amica.
Tomaso

❀~ Simo ♥~ ha detto...

un'esperienza indimenticabile!..grazie per aver condiviso
Buona serata!

Adriano Maini ha detto...

Una formidabile sollecitazione a rivivere in ognuno di noi la propria idea e la propria passione per Parigi!

Guard. del Faro ha detto...

Sempre ricchi e intelligenti i tuoi reportage, gentilissima amica, con quel tocco di sensibilità tutta femminile.
Un complimento per le foto, dove sia tu che la tua figliola state benissimo.
Un cordiale saluto.

Paola ha detto...

Che bello! una bellissima esperienza... nell'aprile del 1978 c'ero anch'io là, insieme al mio neo- maritino! Parigi è rimasta nel nostro cuore, e chissà se mai ci sarà concesso di tornarci.. il Louvre è favoloso e bisognerebbe trattenervisi molto a lungo per vedere approfonditamente. Grazie di avermi riportato con la mente a dolci e spensierati momenti. Cari saluti e buon fine settimana

Soledoro ha detto...

Grazie caro Tomaso
siamo spesso messi nella situazione di raggiungere attraverso il sogno quello che non è possibile fisicamente...
Un abbraccio, buona giornata!

Soledoro ha detto...

Ciao Simo, grazie a te della visita
indelebile esperienza, si
Buona giornata di sole!

Soledoro ha detto...

Giuste parole Adriano.
Ognuno di noi colora con pennelli personalizzati la vita.
Parigi affascina da lontano e stupisce di presenza.....
Grazie, buona giornata!

Soledoro ha detto...

Grazie Guardiano
l'idea era quella di presentare un punto di vista personale...
grazie dei complimenti, non volevamo fare le protagoniste, ci siamo divertite solo a giocare dai "turisti giapponesi" che sono conosciuti per la loro mania di fotografare e farsi riprendere accanto alle grandi opere.
Un abbraccio, buona giornata!

Soledoro ha detto...

Ciao Paola, sono contenta se ti ho riportato nella mente dei momenti felici...
Parigi è considerata città degli innamorati e abbiamo visto tante coppie baciarsi, come chiede il rituale, davanti alla Torre Eiffel, tenerissimi.
Un caldo saluto, buona giornata!

cri-val ha detto...

Ciao ciao ciaoooooo
sei tornata!!!! E come sono felice per te!!!! Immagino che emozioni, trovarsi davanti a questi capolavori!!!
^________^
A presto e buona domenica!!!!

adamus ha detto...

Bellissimo questo post. Sai spiegare meglio Tu che i tour operator.
Non ci sono mai stato a Parigi, ma la voglia di andarci è tanta dopo questo magnifico post.
Ciao, grazie. Ti auguro un sereno weekend.

Rosa ha detto...

Ciao gabri inviata speciale da parigi:) grazie per queste belle immagini, molto suggestive ed interessanti, ci sono stata anch'io, anni fa,mi hai fatto rivivere i bei tempi, bella la tua foto e quella della figlia, ciao bacioni rosa a preto buon week end.))

Lufantasygioie ha detto...

ricordo quando passai 5 giorni a Parigi nel lontano 1997,che bello...anche il Louvre fra i miei ricordi

Soledoro ha detto...

Sono sempre qui, il mondo è la mia casa. I capolavori vanno guardati con calma, a lungo, fa impressione il pensiero che sono stati creati secoli addietro, ti rendi conto che , l'evoluzione umana consiste solo in tecnologia e miglioramento delle condizioni esterne della vita, ma dentro siamo stesse anime in cerca d'assoluto. Un bacio, buona serata!

Soledoro ha detto...

Grazie Adamus
sono sempre quella che guarda altrove...sotto tappeto, oppure negli angoli nascosti.
La mia visione è sempre di ensamble, ma cerco sempre degli aspetti inediti in ogni situazione...
Sono contenta se ti ho stuzzicato
oggi si viaggia con facilità incredibile, si possono fare delle vacanze fantastiche con pochi soldi, basta essere informati.
Buona serata, buon inizio settimana!

Soledoro ha detto...

Grazie Rosa
si, ehehehe, inviata speciale...
ho poco tempo ora per occuparmi di blog, ma qualche articoletto penso di farlo.....e magari riusciamo a sentirci, magari che non è visibile, io ci sono, po passo da te, un bacio grande, buona serata.

Soledoro ha detto...

Ciao cara Lu
il fascino di questo posto è irresistibile, credo che merita essere rivisto sempre, buona serata, un abbraccio.

Paco ha detto...

Buenas tardes Soledoro. Muchas gracias por la información del museo del Luvre, con unas fotografías preciosas que nos dejas. Paris me parece una ciudad maravillosa, para dejarse llevar.
Un saludo Paco

Gabe ha detto...

ho visto Parigi tre volte,a età diverse,ma ci tornerei ancora perchè è una città piena di fascino,ottimo reportage Gabry

Soledoro ha detto...

Ciao Paco, grazie della visita sempre gradita, Paris è una bella città ma si mangia meglio da te. Un caro saluto!

Soledoro ha detto...

Grazie Gabe,
il fascino di Parigi credo sia tutto nella sua accoglienza, una buona giornata di sole.

Gianna ha detto...

Stupendo reportage Soledoro.

Bacioni.

achab ha detto...

Ciao Gabriela,bellissimo post e stupende foto,buona serata cara.

Soledoro ha detto...

Ciao Gianna, grazie, un abbraccio!

Soledoro ha detto...

Grazie Massimo, buona giornata di sole!

Soffio ha detto...

Da quanto si vede il Louvre te le sei proprio goduto !!!

Soledoro ha detto...

Ciao Soffio, benvenuto da queste parti!
Ehehehehe...sono contenta che si vede solo la parte piacevole.
Avevo i piedi doloranti alla fine giornata...ma è stata una bella esperienza.
Buona giornata di sole.

Soffio ha detto...

A Parigi occorre andare più volte, così la terza o la quarta vai a zonzo per quartieri meno noti e scopri tante altre cose che i turisti non vedono mai.

Soledoro ha detto...

Giusto detto Soffio.
E la prima volta che vado e per prima cosa sono andata a zonzo alla ricerca di cose ignote, mi sono fatta metta di città a piedi e ho scoperto delle cosine deliziose nei pressi di Sant Michel. A Louvre sono riuscita andare dopo un mese di permanenza a Paris...