giovedì 10 novembre 2011

L'amore che conta

  
   In un mondo mercantile, e naturale che l'amore conti...
Tutti alla ricerca della sistemazione, del miraggio della sicurezza. Vietato amare.
I sventurati che osano innamorarsi capitano male. 
Si sentiranno dire che non ci si può fidare del loro amore,
che non forniscono abbastanza garanzie...
  L'amore si deve dimostrare.
Come? Passione, cure quotidiane, premure, disponibilità, complicità? Si, vanno bene, ma non basta.
L'amore si dimostra con il sacrificio dei sogni personali, delle relazioni care, della libertà di agire e pensare,
il sacrificio di se stessi....si dimostra annientandosi.
   L'amore si trasforma in una gabbia.
Rete invisibile, ma forte, di sentimenti ed emozioni, di pensieri dedicati e prove quotidiane.
Lei/lui  corre, si agita, spera, s'incoraggia, gioisce, soffre...ama.
Lui/lei telefona, mangia, gode, s'arrabbia, concede, pretende...si lascia amare.
   Passano gli anni.
Lei conta (si possono contare) le carezze, le buone parole, le camicie da stirare, le tazzine da collezione,
gli abiti da cerimonia,  le cene fuori casa...
Lui conta le ore di lavoro, le macchine, le donne, le spese condominiali, i capelli, le erezioni...
  E' questo l'amore  che conta... denari.


   Cosi va il mondo. Sta a noi amarci. Per quanto difficile sia, non rinunciare a noi stessi, alla libertà di sognare, di esplorare il mondo, di arricchirsi interiormente, di evolverci, per poter, poi,  donare amore autentico.
  
  

7 commenti:

Demil ha detto...

Come diceva Ungaretti "il vero amore è una quiete accesa".

D.

Soledoro ha detto...

Ben detto.

Gabe ha detto...

se l'amore è ingabbiare un altro,io lo chiamo più semplicemente egoismo egocentrico,l'amore è un'altra cosa,ciao bella,buon pomeriggio

Paco ha detto...

Buenos tardes Soledoro. Creo que llevas razón por que somos incapaces de soñar y dejarnos llevar. Creo que ha veces nos falta un poco de decisión.
Un saludo Paco

Soledoro ha detto...

Ciao, Gabe, grazie della visita. Piu delle volte si cerca di chiudere l'altro, spesso per paura di non perderlo. Pensavo anche alla gabbia creata da noi insine quando amiamo, ci chiudiamo in quel sentimento che diventa sempre piu povero in assenza di corrispondente affetto, di apertura verso nuovi orizzonti, verso l'universale

Soledoro ha detto...

Ola Paco, mi sorprendi ogni volta con la bellezza dei tuoi pensieri e con la saggezza con cui riesci ad afferare il senso di quello che scrivo...Si, un po di decisione non guasta mai, bisogno trovare il coraggio di scuotersi dalle relazioni che non appagano il nostro essere....Un abbraccio

Serpente Piumato ha detto...

http://youtu.be/jTi3J_wAW7Q
<3