mercoledì 2 novembre 2011

La mia città natale

   Botosani, capoluogo della provincia omonima, sita all'estremo nord della Romania,
terra spazzata dal vento delle steppe russe d'inverno, caniculare e afosa d'estate...
Estremi acquisiti nel patrimonio genetico della gente del posto.
Anima gentile, generosa, passionale, ma, facilmente corrutttibile dalla malinconia.
   Gli uomini sono egocentrici, grandi bevitori, un po' persi, dipendenti dalle donne, le vere protagoniste.
La donna moldava e dolce, fedele,amorevole e allo stesso tempo forte, concreta, combattente.

   La citta, attestata nel sec.xiv, per un tempo, sede del trono del principato moldavo,
sorge all'incroccio di grandi vie commerciale d'Europa. Fortemente industrializzato ai tempi della dittatura comunista, oggi e sostenuto economicamente dalle forti entrate di denaro portate da coloro andati a lavorare all'estero.



 Museul Judetean Botosani


 Il vecchio centro della citta
oggi patrimono nazionale.



 




Teatro "Mihai Eminescu"


Parco "Mihai Eminescu"







   Culla di cultura, in passato, ha generato tanti poeti, pittori, musicisti importanti..
Il presente, piu povero, si nota solo il teatro di marionette e quello locale con stagioni affolate, qualche mostra di pittura, qualche concerto alla Filarmonica...
   In cambio, e pieno di ristoranti, bar, e....chiese, dove l'anima moldava va a ingannare la sete d'assoluto...

   Sentivo che dovevo questo reportaj alla mia citta.
Come gratitudine per le brutte e  le belle cose vissute, come addio e scuse che non lo sento il mio posto.
   Radici molto profonde resterano coperte dal mio desiderio di scoprire il mondo, di perlustrare dimensioni sconosciute, di seguire il bisogno di amore...

6 commenti:

Paco ha detto...

Buenas tardes Soledoro. Que alegría mas grande volver a ver una entrada tuya, hacia tiempo que no publicabas nada y te echábamos de menos. Un paseo muy interesante el que nos haces con esas preciosas fotografías, por tu ciudad natal, me parece muy bella.
Un saludo Paco

Soledoro ha detto...

Grazie Paco, e molto bella la mia citta e molto pulita.
E vero che non pubblico da agosto qui, ma ho fatto qualche testo sul blog di poesia "Paint the soul to stars" che mi appartiene pure.
Sono contenta di rivederti, grazie, amico, un abbraccio.

Demil ha detto...

Ci portiamo dietro un patrimonio ovunque siamo un patrimonio genetico fatto di cultura, sentimenti millenari, arte, amore.
Le foto sono affascinanti.
Il fatto che nel tuo paese le donne siano il motore sociale ancora meglio.
Buona serata.
G.

Soledoro ha detto...

E cosi, Demil, molto profondamente siamo quello che la vita ha generato.
Grazie della visita, un abbraccio.

Giulia ha detto...

bellissima la Romania. Ci sono stata nel 1991 e conto sempre di tornarci. Ho un libro di poesie di Mihai Eminescu e quella che preferisco è:Sara pe diel..."Sara pe deal buciumul suma cu jale..."

Soledoro ha detto...

Sono impressionata, Giulia, conosci Eminescu...sono contenta.
Eminescu e originario proprio da qui, il paese dov'e nato, a 8 km di Botosani, porta il suo nome. C'e la casa museo dedicata a lui.
Ti auguro buona domenica, un abbraccio.