giovedì 5 maggio 2011

Avrei voluto




Avrei voluto scrivere un libro
Si era già detto tutto , prima di me
Avrei voluto dipingere
Sto ammirando ancora  Mona Lisa
Avrei voluto cantare
Ascolto ancora la divina Callas

Avrei voluto vendicarmi
di tutto il male che mi è stato fatto
Ma non ho trovato il coraggio
Avrei voluto dare felicità a tutto il mondo
Appena riesco a far felice me stessa
Ho pianto tante lacrime e ho capito che
Voglio restare quest'unico,
 irripetibile, limitato essere.

Soledoro

5 commenti:

♥Giusy♥ ha detto...

che bella Gaby!
invece secondo me sai fare e hai fatto tantissime cose....

Lady Boheme ha detto...

Meravigliosi versi!!!! Complimenti cara, sei una persona stupenda! Un bacio, ti auguro la buonanotte

Martysmile ha detto...

Complimenti,Gaby,è bellissima!!!
Se hai dei sogni rinchiusi in un cassetto,
non è mai troppo tardi per aprirlo!
Se le cose bellissime che già fai,non ti bastano,allora cerca la tua vera aspirazione!
Un abbraccio,Marta.

Soledoro ha detto...

Grazie, Marta ,troppo buona.
E vero, non è mai tardi per provarci.
Quando ho scritto queste cose pensavo alle cose che avrei voluto fare, ma me ne sono accorta che non ho abbastanza talento e qualità, per arrivare in alto.
Per natura, sono una che vuole ottenere il meglio.
Per esperienza, mi accontento con quello che posso fare, ho accettato i miei limiti e sono felice così.

Soledoro ha detto...

Grazie Giusy e anche a te Lady Boheme.
So fare tante cose, come tutti noi. Forse dovremo fare solo le cose che sappiamo fare bene e ci piace fare, anche professionalmente...
Avevo in testa un'altra variante, in questo stile:
" Avrei voluto cantare/ Ma non sono riuscita passare le selezioni a X Factor / Avrei voluto dipingere/ Ma i colori al negozio del paese erano finiti..."